Vicari: Italia torna protagonista nel Mediterraneo grazie ad azione del Governo

“Mai come in questo momento è indispensabile un’azione sinergica per far riacquistare il ruolo di leader da parte dell’Italia nel Mediterraneo che rappresenta, da sempre, il nostro naturale punto di riferimento. Tutto ciò è possibile grazie al rilancio dei collegamenti tra Asia ed Europa attraverso il Nord Adriatico ed alla valorizzazione dell’intera Macroregione Adriatico-ionica, un obiettivo a cui il ministro Delrio e tutto l’Esecutivo sta lavorando. Per cogliere quest’opportunità, l’azione del Governo ha messo al centro la portualità e la logistica, settori determinanti per lo sviluppo del Paese e delle sue relazioni economiche internazionali, individuando azioni strategiche legate alla Governance ed alla pianificazione, avviata con il Piano strategico nazionale della portualità e della logistica. Il Piano prevede semplificazioni, innovazione tecnologica, integrazione delle infrastrutture come la possibilità di sdoganare la merce in mare prima ancora che essa arrivi in porto, la creazione di 15 sistemi di autorità portuali, in una visione nuova fortemente interconnessa alla logistica ed all’intermodalità e con le altre infrastrutture retroportuali, il rafforzamento dei collegamenti ferroviari e, non da ultimo, l’individuazione delle priorità degli interventi infrastrutturali ” lo ha dichiarato a Venezia il Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Simona Vicari intervenendo a Venezia all’inaugurazione dell’anno portuale. “Dobbiamo uscire dalle vecchie logiche, i porti presi singolarmente non hanno più futuro nel mercato globalizzato dello shipping. Occorre ragionare in termini anzitutto di “sistemi portuali” (Alto Adriatico, Ravenna, Venezia, Trieste ), e poi ‘di sistemi di quadranti logistici’. Per fare questo è necessario però il contributo di tutte le parti coinvolte Amministrazioni, operatori, Associazioni di categoria perché parte del lavoro è stato fatto ma molto ancora c’è da fare “conclude.

Capaci, Vicari: oggi è andata in scena la Palermo che non ha paura

“Vedere migliaia di ragazze e ragazzi, nati dopo quel terribile 1992, ricordare l’impegno e il coraggio di Giovanni Falcone, a Palermo e in tutta Italia fa ben sperare: il suo sacrificio non è stato invano” lo dichiara il Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Simona Vicari che aggiunge “proprio durante la notte che precede l’anniversario della strage di Capaci, a Ballarò va in scena la Palermo che non ha paura di denunciare il racket del pizzo, le vessazioni e le violenze. Il coraggio di decine di commercianti stranieri siano da esempio per la Palermo che lavora e che vuole dire basta alla malavita organizzata”

Appalti, Vicari: stesse regole anche in Sicilia ottima notizia per legalità e competitività imprese

L’applicazione del nuovo codice nazionale degli appalti pubblici anche in Sicilia è una scelta di assoluto buon senso. La direttiva dell’assessore Giovanni Pistorio, al quale va il mio plauso, pone fine al famigerato sistema del ‘doppio binario’ che costringe le imprese del settore a seguire una legge se partecipano ad una gara fuori dal territorio regionale e a seguirne un’altra per le gare bandite in Sicilia” è quanto ha dichiarato il Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Simona Vicari che aggiunge “avevo auspicato tale svolta meno di un mese fa. Che la Sicilia abbia delle regole uguali al resto d’Italia in tema di appalti è un’ottima notizia per la legalità, la trasparenza e la competitività delle nostre imprese”.