RC Auto: testo Governo rafforzato dal Parlamento

assicur

“L’approvazione degli emendamenti che prevedono sconti significativi sull’Rc auto nel caso di installazione della scatola nera, già previsti dal Governo nel testo uscito dal Consiglio dei Ministri nel febbraio scorso, rappresenta una vera svolta: sarà più semplice scongiurare le truffe alle compagnie assicuratrici ma soprattutto tuteleremo il consumatore da costi sproporzionati, permettendogli così un risparmio sulla polizza.
L’emendamento in questioni prevede che lo sconto non possa essere inferiore a una percentuale determinata dall’ Ivass sulla base del prezzo della polizza altrimenti applicato e si stabilisce che l’assicurazione debba pubblicare sul suo sito internet l’entità degli sconti. Premieremo così anche gli assicurati virtuosi che ad oggi sono costretti a pagare premi molto alti, malgrado la loro diligenza, a causa dell’alto tasso di sinistri e frodi nel proprio territorio. Introduciamo infatti un sistema per quegli assicurati virtuosi attraverso un sistema di sconto che indicizza il loro premio a quello medio delle regioni a più basso tasso di sinistrosità” è quanto ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari che ha aggiunto “Abbiamo accolto gli emendamenti rafforzando il testo del Governo che aveva come obiettivo l’abbattimento dei costi per il consumatore e del numero di frodi”

OFFSHORE: INCONTRO SOTTOSEGRETARIO VICARI – GOVERNATORI BASILICATA, CALABRIA E PUGLIA

Il sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari ha ricevuto oggi pomeriggio al MISE i governatori delle Regioni Puglia, Michele Emiliano, e Basilicata, Marcello Pittella e l’assessore all’Ambiente della Regione Calabria Antonella Rizzo.

I rappresentanti delle Regioni hanno manifestato la loro contrarietà all’avvio delle attività di prospezione e ricerca offshore nello Ionio e nell’Adriatico in quanto contraddittorie rispetto alle politiche avviate dalle stesse Regioni, chiedendo al Governo una moratoria di questi programmi.

Il sottosegretario Vicari, ascoltate le posizioni delle Regioni, si è impegnata ad approfondire questi temi con il ministro Federica Guidi e con la presidenza del Consiglio annunciando un nuovo incontro con le Regioni da convocare entro la prossima settimana

Alimentare, Vicari: dal Mise un kit anti contraffazione

image

Un ‘kit’ anticontraffazione per guidare quotidianamente il consumatore nella scelta di alimenti originali, nel rispetto di quattro requisiti imprescindibili: provenienza-sicurezza-tracciabilità-salute e gusto. E’ il progetto che la Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione-Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (DGLC-UIBM) del Ministero dello Sviluppo Economico ha realizzato, in occasione di EXPO 2015, e che rientra nella serie di iniziative istituzionali che il dicastero mette in campo nella diffusione della cultura della legalità contro il mercato del falso.
Più in particolare, il progetto prevede:
Un Vademecum Alimentare, disponibile all’indirizzo www.uibm.gov.it e realizzato in collaborazione le Associazioni dei Consumatori iscritte al CNCU. Una vera guida sul cibo, completa di schede dedicate agli alimenti base della dieta, con dettagli e aggiornamenti su etichette, avvertenze, norme e recapiti utili per evitare acquisti di alimenti contraffatti;
Un video, visibile sul sito dell’UIBM e che illustra, con semplicità e immediatezza, come scegliere gli ingredienti sicuri e originali e come evitare quelli contraffatti;
Una “Guida sulla contraffazione online”, realizzata in collaborazione con ItaliaOggi-Convey. La Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione anche quest’anno ha partecipato attivamente alla stesura della Guida con alcuni contributi sia del Ministero dello Sviluppo Economico, a firma del Sottosegretario Simona Vicari (Presidente del CNAC) sia del Direttore Generale, Loredana Gulino. La Guida, in edizione speciale per EXPO, è stata realizzata anche in lingua inglese per essere distribuita alle oltre 140 delegazioni di paesi esteri presenti all’ Expo 2015;
Una “Guida dedicata alla proprietà intellettuale per le PMI nel settore agroalimentare”, realizzata in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della proprietà intellettuale (OMPI), nell’ambito del protocollo di cooperazione bilaterale tra l’OMPI ed il Governo italiano. La Guida, in lingua inglese, sarà a breve disponibile online sul sito dell’OMPI e della DGLC-UIBM.

CRISI: VICARI, PER OCCUPAZIONE GIOVANI PIU’SINERGIE STARTUP – AZIENDE

‘Bisogna facilitare l’osmosi fra mondo universitario e imprenditoriale’
La lotta alla disoccupazione giovanile passa anche attivando “sinergie fra le startup” che nascono dalle idee innovative dei neolaureati e “le grandi aziende”. Ne è convinta Simona Vicari, Sottosegretario allo Sviluppo Economico, che, parlando con l’Adnkronos, traccia una via da percorrere per esorcizzare l’alert lanciato dal Fmi sul rischio per l’Italia di dover aspettare, se non spinge sulla crescita, 20 anni per tornare ai livelli di disoccupazione pre-crisi. “Governo e imprese -spiega Vicari- devono, superate le difficoltà della crisi, avviare un tavolo di pianificazione per facilitare l’osmosi tra mondo universitario e mondo imprenditoriale così da rendere più agevole la creazione di un nuovo tessuto produttivo destinato ai giovani e alle loro idee”. Vicari però evidenzia che “molto è già stato fatto” a partire dal “Jobs Act, pensato proprio per sbloccare l’ingresso di risorse umane giovani e preparate alle tante iniziative lanciate dal Ministero dello Sviluppo Economico”. Ma non solo. “Con il programma Smart and Start recentemente varato dal MiSe, ad esempio, -prosegue il Sottosegretario Vicari- il Governo ha voluto proprio stimolare e agevolare con cospicue risorse economiche quei giovani, molto spesso neolaureati, disposti a mettere in pratica i loro progetti potenzialmente utili anche per modernizzare e ampliare le capacità produttive delle grandi aziende”. Startup e medie e grandi imprese, insomma, rimarca la senatrice di Ncd, “possono quindi diventare protagoniste di un connubio unico se sapranno guardarsi tra loro non con diffidenza ma con spirito di collaborazione e di reciproco e veramente produttivo scambio di idee innovative”. Vicari si dice “sicura che iniziative di questo genere possano essere un’ottima base di partenza per regalare un futuro ai neo-laureati disposti a immettere la loro conoscenza nel mercato”. “Il Governo, inoltre, – rimarca ancora – è impegnato nel rilancio dell’università e del suo sistema proprio in un’ottica di veloce ‘trasferimento’ del capitale intellettuale proveniente dagli atenei e destinato al mondo dell’impresa” tanto che all’ultima inaugurazione dell’anno accademico a Bologna “lo stesso Presidente Renzi ha ribadito come non solo si debba avere il coraggio di puntare sulla ricerca, ma anche di rendersi disponibili ad ascoltare le istanze di queste realtà”. Eppure nel nostro Paese l’occupazione giovanile rimane un tasto molto dolente. “Spesso, molti giovani laureati, nonostante l’ampio bagaglio di conoscenze, a causa dell’assenza di un tessuto produttivo adeguato,non hanno la possibilità di mettersi in gioco: è un danno doppio -avverte Vicari- sia per le aziende che per la credibilità del sistema universitario”. E, da palermitana Doc, Vicari chiude con uno sguardo alla sua Isola. “In Sicilia, -conclude a dispetto dei numeri, ho avuto modo di visitare degli incubatori d’impresa promossi dalle università che stanno stupendo il mondo per innovazione e originalità”.

Libere professioni: II convocazione

tavcomplibprof

Il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari riunirà per la giornata di domani alle 15:30 la seconda riunione del tavolo “Competitività delle libere professioni”. L’incontro – spiega l’esponente di Governo – risponde all’esigenza di venire incontro alle proposte del mondo delle libere professioni, particolarmente colpite dopo questi anni di crisi. Già nel nostro primo incontro abbiamo focalizzato l’attenzione sulle barriere burocratiche che ostacolano l’attività economica dei professionisti e sulla possibilità di sostenere lo sviluppo imprenditoriale delle libere professioni attraverso incentivi dedicati alla creazione d’impresa ed il sostegno all’autoimprenditorialità. Domani procederemo ad illustrare le proposte e le possibili soluzioni ad un fronte che il Ministero e il Governo Renzi ritiene di assoluta priorità”. Al Tavolo hanno aderito AdEPP, CNA, CNA Professioni, COLAP, Confartigianato, Confassociazioni, Confedertecnica, Confprofessioni, CUP e Rete Professioni Tecniche.