Fondi Ue. Crocetta fa rimpasto ma Sicilia perde risorse

215px-MEP_Rosario_CROCETTA,_Italy2

“Mentre Crocetta cerca di nascondere i fallimenti della sua giunta con un rimpasto, che in realtà non è altro che la certificazione del suo malgoverno, giunge l’ennesima bocciatura nei confronti della Regione Siciliana. Infatti nell’ambito dell’accordo di partenariato con l’Ue sull’utilizzo dei fondi strutturali nel prossimo settennio 2014/2020 la Sicilia rischia di perdere quelli del 2007/2013, perché incapace di dimostrare di aver speso tutti i fondi a sua disposizione. E’ la conferma di una gestione fallimentare, dove la disponibilità di risorse viene sprecata per l’incapacità di progettare e delineare interventi di sviluppo. E dire che in Sicilia non mancano gli ambiti in cui agire, i settori su cui investire per far ripartire l’economia e l’occupazione. E’ l’ennesima dimostrazione della mancanza di una visione di futuro e di sviluppo per la nostra terra. Altro che rimpasto, quello che i siciliani attendono è di tornare al voto al più presto per far ripartire la Sicilia”. Lo ha dichiarato il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico, senatrice Simona Vicari.

Mafia. Delirio Grillo non conosce fine. Grazie a Napolitano speranza di crescita

grillo
Il delirio di Beppe Grillo non sembra conoscere fine. Dopo le assurde dichiarazioni riguardanti la mafia adesso rivolge le sue farneticazioni verso il presidente Napolitano. Siamo di fronte a un personaggio che è soltanto in cerca di visibilità. Il suo intento non è quello di costruire e lavorare per il Paese, ma di demolire le Istituzioni, sobillare e destabilizzare, sovvertendo l’ordine costituito e seminare confusione. Sono convinta che quei milioni di italiani che lo hanno votato, di fronte a queste dichiarazioni si stiano rendendo conto, giorno dopo giorno, davvero di chi sia Grillo. Al presidente Napolitano oltre ad esprimere solidarietà va dato atto di aver saputo in un momento difficile per l’Italia, da servitore dello Stato, difendere il Paese e garantire la governabilità. Senza di lui difficilmente potremmo adesso intravedere la speranza di un rilancio e di una crescita”. Lo dice il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico, senatrice Simona Vicari.

FI.NESSUN TRADIMENTO, DIFENDIAMO VALORI CENTRODESTRA

Roma, 24 ott – “Altro che tradimento, grazie al Nuovo Centrodestra
le istanze e le battaglie di quegli italiani che alle ultime elezioni avevano
votato il Popolo della Libertà sono riuscite a trovare un’adeguata
rappresentanza. Abbiamo difeso e tutelato quei valori che prima in Fi e poi
nel Pdl erano la nostra guida. La riforma del lavoro con il superamento
dell’articolo 18, la riduzione della pressione fiscale, l’introduzione di
misure a favore delle famiglie numerose, gli incentivi per le nuove
assunzioni, la difesa della famiglia naturale e della vita; ed ancora il bonus
bebè, il bonus casa, l’ecobonus, e la stabilizzazione del 5 per mille. Questi
sono i risultati che abbiamo ottenuto partecipando ad un governo di larghe
intese, che proprio Silvio Berlusconi aveva prima proposto e poi contribuito a
far nascere con l’allora vicesegretario del Pd. Non abbiamo tradito gli
elettori del centrodestra, ma piuttosto abbiamo dato a loro voce e forza,
facendoci interpreti di quel popolo che ormai è sempre più disorientato da una
Fi che sbanda da un estremo ad un altro. Un giorno a braccetto con la sinistra
radicale ed un altro con la Lega”. Lo dichiara il sottosegretario al ministero
dello Sviluppo economico, senatrice Simona Vicari.

L.stabilità. Defiscalizzati redditi sfruttamento beni immateriali e brevetti. Innovazione come elemento di sviluppo

“Il Governo intende raccogliere la sfida dell’innovazione tutelata come eccellente moltiplicatore di sviluppo. Occorre ridare competitività al sistema Italia a tutti i livelli, anche attraverso incentivi mirati, stimolando le imprese alla conoscenza ed al ricorso alle privative industriali”. Lo ha detto il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico, senatrice del Nuovo Centrodestra Simona Vicari nel corso della presentazione del volume “130 anni di storia dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi” 1884-2014 Ingegno-Creatività-Industria -Sviluppo.
“In tal senso – spiega il sottosegretario – all’interno della legge di Stabilità è stato inserito un credito d’imposta per gli investimenti in ricerca, e il cd “patent box”, una norma per defiscalizzare i redditi derivanti dallo sfruttamento di beni immateriali, a partire dai brevetti. Si tratta di una misura già presente in alcuni Paesi europei, pur con caratteristiche e aliquote diverse, ideata dal Ministero dello Sviluppo economico e dal MEF soprattutto per incentivare le multinazionali più innovative a investire in Italia, ma anche per evitarne delocalizzazioni e riportare know how in Italia”.
“Una norma che stabilirà un regime opzionale, della durata di 5 anni, di esclusione parziale (30% nel primo periodo di imposta, 40% nel secondo e 50% nei successivi) dei redditi derivanti dall’utilizzo di beni immateriali per società ed enti commerciali” conclude la senatrice Simona Vicari.

Nozze Gay. Fi ormai è disconnessa

blog14

 

“Le dichiarazioni sulle trascrizioni delle nozze gay di Giovanni Toti sono la conferma che Fi è disconnessa, in un grave stato confusionale. Una vera e propria crisi di identità evidenziata dall’assenza totale di una linea politica. Dove un giorno si dice una cosa e il giorno dopo viene smentita. Siamo in presenza di una pericolosa deriva come dimostrano i sondaggi sempre più calanti. Noi ce ne accorgemmo un anno fa, prima che il Paese ne venisse travolto. Viene da chiedersi come ancora oggi ci sia qualcuno che possa pensare che una Fi ridotta in queste condizioni possa rappresentare i moderati italiani ed avere addirittura speranze di vittoria. Noi, invece, andiamo per la nostra strada, nel creare quell’alternativa politica capace di costituire la base su cui rifondare la nuova alleanza di centrodestra”. Lo ha dichiarato il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico, senatrice del Nuovo Centrodestra Simona Vicari.