LIBERALIZZAZIONI. VICARI (PDL), APPROVATO RATING DI LEGALITA'


“Il decreto sulle liberalizzazioni conterrà l’importante disposizione sul rating di legalità per le imprese operanti nel territorio nazionale. Infatti questa notte abbiamo approvato un emendamento della senatrice Casellati, a cui va il ringraziamento per la sensibilità mostrata verso questo tema, che prevede l’elaborazione da parte dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, in raccordo con i Ministeri della Giustizia e dell’Interno, di un parametro che misurerà il livello di legalità delle imprese. Si tratta di una battaglia che il Pdl ha fatto sua da un’indicazione del vicepresidente di Confindustria Montante e che adesso può dire di aver vinto. Con l’introduzione del rating abbiamo dato ascolto a quelle tante aziende che vivono e lavorano in zone difficile del Paese, e che sentivano il bisogno di vedersi riconosciuti gli sforzi fatti nel rispettare la legge. Ora attraverso questo parametro di legalità non solo le imprese saranno incentivate a tenere comportamenti in linea con il massimo contrasto alla criminalità, ma diventerà anche un elemento centrale nella vita delle stesse imprese, utilizzato come strumento premiale nell’accesso al credito ed alle agevolazioni pubbliche”. Lo ha dichiarato la senatrice del Pdl Simona Vicari, relatrice del decreto liberalizzazioni.

  2Commenti

  1. Salvo   •  

    Gentilissima senatrice Vicari
    Mi dispiace affermare che l’ emendamento proposto da lei e dal suo collega Bubbico rappresenta un ingiusta professionale forse senza precedenti in quanto: equipara i titoli dei pararmacisti a quelli dei farmacisti rurali il tutto senza comprendere le ragioni
    Il concorso per solo titoli , e senza esami il tutto senza comprenderne le ragioni
    Visto che ci concede gentilmente questo spazio , la ringrazierei tanto se mi rispondesse

    Salvo

  2. daniele   •  

    riguardo l’art.11, non capisco come avete potuto togliere dal concorso gli esami e farlo per soli titoli. Avete tolto la speranza e l’illusione a noi neolaureati di solo partecipare a tale concorso e magari almeno ottenere l’idoneità per la titolarità! così chissà quanto dovremo aspettare per un altro concorso per essere idonei e come al solito avete fatto un favore ai raccomandati levandogli lo stress di fare la farsa degli esami. I cari colleghi titolari,i neolaureati non li vogliono nemmeno gratis per fare pratica! Grazie per avere considerato proprio tutti gli interessati, i titolari, i collaboratori, le parafarmacie e i disoccupati…anzi questi no, ci tengono ad esserlo a vita!

Rispondi