Attività Produttive: novità per acconciatori ed estetisti

Parrucchiere_01[1]
Con la circolare sull’affitto di poltrona o cabina per acconciatori ed estetisti
viene chiarita l’attuale normativa in materia di ‘affitto di poltrona’ e ‘di cabina’ per le attività di acconciatore ed estetista. Come chiarito dal Ministero dello Sviluppo Economico, ad oggi acconciatori ed estetisti possono  affittare ad altri professionisti, pur sprovvisti della qualifica di imprenditori, spazi interni dei loro negozi, purché questi ultimi siano in possesso dei requisiti professionali richiesti dalla normativa vigente.

Tale chiarimento ha lo scopo di incentivare l’iniziativa privata e la concorrenza, con indubbi vantaggi per i consumatori. Difatti, chi ha nel proprio salone di bellezza uno spazio poco utilizzato, potrà ‘affittare la poltrona’ migliorando la redditività della propria impresa e garantendo maggiori servizi. E giovani acconciatori ed estetisti che non dispongono di propri locali adeguati potranno comunque avviare la loro attività”.
Quella che si apre è una possibilità che non lede i diritti dei consumatori e non abbassa la qualità e la sicurezza del servizio, visto che i ‘nuovi affitti’ dovranno rispettare le norme vigenti: in un periodo di difficoltà economica come questa, la circolare del ministero vuole essere un contributo al rilancio dell’iniziativa imprenditoriale.

Rispondi