SICILIA-VECCHIONI, VICARI: SPROLOQUI VOLGARI, RISPETTO PER FARO DELLA CIVILTA’ EUROPEA

IMG_0623.JPG

“Come il professor Vecchioni sa bene la Sicilia ha rappresentato e rappresenta da secoli uno dei fari della civiltà e della cultura europea e mediterranea. I suoi volgari commenti non servono e non interessano ai siciliani che, a differenza di ciò che afferma Vecchioni, sanno benissimo “cos’è il senso dell’esistenza con gli altri” e con la civiltà che li contraddistingue, ignoreranno i suoi sproloqui. Più che Vecchioni a me interessa Goethe quando diceva che l’Italia senza la Sicilia non lascia immagine alcuna nello spirito. Qui è la chiave di tutto” è quanto ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari commentando le parole del cantautore Roberto Vecchioni

La costituzione dell’intergruppo UdC-Ncd all’Assemblea Regionale Siciliana

“La costituzione dell’intergruppo UdC-Ncd all’Assemblea Regionale Siciliana rappresenta un notevole passo in avanti per il rafforzamento dell’identità di Area Popolare in Sicilia così come già sperimentato con successo a livello nazionale. Oltre che una scelta di coerenza tale progetto ci consentirà di rafforzare la proposta dei moderati nell’ambito del programma dell’attuale maggioranza. Auguro un buon lavoro alla neonata cabina di regia grazie alla quale sarà possibile rendere più incisive le proposte e le iniziative politiche dei moderati siciliani” è quanto ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari sulla costituzione dell’intergruppo UdC-Ncd all’Ars.

 

Vicari: dati Jobs act molto positivi. Bene +11,2% Sicilia ma si può fare di più

“286 mila stabilizzati in 7 mesi grazie al Jobs act con un dato positivo in tutte le regioni italiane, comprese quelle del Sud è un risultato notevole che il Governo può rivendicare come un grande successo. Mi inorgoglisce il +11,2% della Sicilia che grazie alle nostre riforme dimostra che la svolta è a portata di mano. Bisogna ora lavorare per aumentare questa percentuale e raggiungere la media nazionale”. È quanto ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari commentando i dati dell’osservatorio Inps diffusi oggi.

Fui la prima a chiedere alla Borsellino di non accettare. Crocetta si dimetta subito.

“Nel 2012 sono stata la prima in una lettera aperta a chiedere a Lucia Borsellino di non accettare l‘entrata nella giunta Crocetta perché la sua storia personale e della sua famiglia era incompatibile con la l’esperienza di governo regionale che di lì a poco avrebbe preso il via. Dispiace ammettere come i fatti mi abbiano dato ragione. Quanto a Crocetta ricordo quando un mese fa, rivendicando la purezza sua e quella delle personalità a lui vicine, assegnava patenti di legalità agli esponenti politici siciliani dividendoli in brave e cattive persone. L’autosospensione di Crocetta non basta: per ridare dignità alle istituzioni siciliane servono le dimissioni e il voto” è quanto ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari sulla vicenda Crocetta.

Crocetta…Crocetta…

“Dopo tre anni di Governo regionale assolutamente disastroso che ha visto l’aumentare del precariato, il fallimento delle politiche giovanili, la pietosa riforma delle province che ha prodotto più sprechi per l’amministrazione, senza dimenticare l’ultimo pasticcio della Finanziaria Regionale, il Presidente Crocetta, piuttosto che interrogarsi sui fallimenti di cui è il principale artefice, preferisce denunciare presunti complotti del Governo nazionale, reo di non averlo aiutato in chissà quale altro salto nel buio. Forse il Presidente dimentica che senza l’aiuto economico del tanto vituperato Governo nazionale la sua giunta non sarebbe neanche stata in grado di varare la finanziaria regionale. Da quando è alla guida della Sicilia abbiamo assistito all’unico vero miracolo dell’era-Crocetta: aver compattato il Pd e Ncd sia a livello locale che nazionale sul giudizio del suo operato: non c’è bisogno di stare in maggioranza o all’opposizione per certificare un fallimento che i cittadini siciliani stanno scontando in prima persona. Non è certamente un caso che gli stessi cittadini di Gela, della cui fiducia si è vantato per anni, gli abbiano clamorosamente voltato le spalle. Consiglio a Crocetta, qualora malauguratamente scegliesse di continuare la sua avventura alla guida della Sicilia, di interrogarsi sulle cause del suo tracollo politico che investe la vita dei cittadini siciliani, privati spesso dei più elementari diritti. Quanto alla particolare loquacità del Presidente Crocetta nel narrare le vicende giudiziarie altrui è strano come, viceversa, ometta sistematicamente di ricordare quelle che lo investono in prima persona. A tal proposito invito Crocetta ad una maggiore prudenza sia quando si arroga il diritto di dividere gli esponenti di Ncd in buoni e cattivi che quando si fa gioco della reputazione altrui esprimendo giudizi in grado di ledere l’onorabilità delle persone” è quanto ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Simona Vicari in merito alle dichiarazioni del Presidente della Regione Sicilia Crocetta sulle indagini che riguardano l’esponente di Governo.